La semplice evoluzione della psicoterapia | Maria Boschetti
242
page-template-default,page,page-id-242,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-10.1.1

La semplice evoluzione della psicoterapia

Terapia Psicologica Milano
Capire e risolvere i problemi. Velocemente, in profondità e piacevolmente.
La SSF Therapy (Terapia Semantico – Simbolico – Funzionale) è nata da questo obiettivo, perché stare meglio subito e stare bene al più presto è un diritto di tutti ed è il primo mattone per costruire quel diritto che abbiamo alla felicità.

In pratica, l’approccio SSF lavora in contemporanea sull’inconscio, sul livello cognitivo e comunicativo, e sul comportamento adeguandosi alla persona che ha di fronte e calibrando gli strumenti a seconda della morfologia della persona e della struttura del suo problema.

E soprattutto, il modello SSF lavora intensamente all’autonomia dell’individuo, che è il primo passo verso la libertà.

E funziona.

L’esperienza clinica ha portato a dimostrare che già in quattro sessioni di lavoro si può comprendere la struttura personalità, entrare nel merito dei problemi, e trovare una soluzione efficace.

A cosa ha diritto una persona che va da un terapeuta?
Cosa può aspettarsi oggi chi va da uno psicologo?
Chi ha troppo tempo e tanti soldi da dedicare ad un percorso senza garanzia di soluzione e cambiamento?

Partire da queste domande ha portato a stravolgere la logica della psicoterapia classica, per cui esistono prima di tutto approcci e protocolli teoricamente convincenti e statisticamente più o meno efficaci.

Il centro del metodo SSF è la persona, con le sue caratteristiche e la sua sofferenza, non è più la bontà o la suggestività di una apparato teorico.
Le persone hanno bisogno di essere comprese e indirizzate profondamente, ma anche velocemente.
Per fare una terapia profonda ed efficace è necessario un modello evoluto, non un tempo infinito.
L’evoluzione sta tutta nella semplicità: un metodo che prevede tutte le competenze necessarie per intervenire su ogni persona, nella sua unicità.

I presupposti sono due:

  • non esistono due persone identiche, non esistono due problemi uguali, non esiste perciò una soluzione che può andar bene per tutti.
  • tre dimensioni compongono l’essere umano: il mondo interiore e simbolico (livello simbolico) , il modo di relazionarsi con l’esterno (livello semantico), il modo di vivere e gli schemi comportamentali (livello funzionale).

Ognuno di noi bilancia e vive queste tre dimensioni in modo diverso. E ognuno di noi vive e subisce i problemi su questi tre assi, in modo diverso e peculiare. In questo sta l’unicità di ognuno, e nel saper comprendere e intervenire adeguandosi al bilanciamento individuale delle dimensioni sta l’evoluzione del modello di intervento SSF.

E funziona.

E può accadere in maniera piacevole. Anche se molti pensano che dallo psicologo si soffre o ci si annoia.

Perché tutti abbiamo diritto a:

  • guadagnare tempo prezioso
  • evitare sofferenze inutili
  • vivere ogni istante della nostra vita felici

Non trovi?