L’AMORE VERO, O L’AMORE GIUSTO? | Maria Boschetti
577
post-template-default,single,single-post,postid-577,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-10.1.1

L’AMORE VERO, O L’AMORE GIUSTO?

PER ESSERE FELICE, UNA RELAZIONE DEVE BASARSI SULL’AMORE GIUSTO

Qual è la parola più usata, abusata, logorata al giorno d’oggi?

Qual è la parola più complessa, affascinante e misteriosa di tutte?

Qual è la parola che ormai vuol dire tutto e non vuol dire niente?

È la parola “Amore”.

(E, per dovere di completezza, sul podio seguono “Arte” e “Felicità”)

 

Come tante parole, la usiamo senza troppo pensarci su. Eppure l’amore è una cosa seria e attorno alla sua comparsa fioriscono momenti luminosi, e attorno al suo bisogno e alle sue mancanze si snodano infinite storie di dolore, di traumi, e a volte di malattia.

Eppure, la mia esperienza mi porta a credere che tanto dolore nasce molto spesso proprio dalla confusione che facciamo su questa parola.

Gli antichi Greci erano più bravi di noi, e avevano ben presente che esistono sei tipi di amore e secondo Aristotele possono essere raggruppati in tre tipi di relazione, ed uno solo di questi tre è quello giusto per noi, in un preciso momento della nostra vita.

Già Aristotele diceva che solo una relazione che ci fa sentire protetti e dà nutrimento alla nostra anima può renderci veramente felici.

Ad ogni modo, siamo sempre liberi di scegliere e sperimentare ogni tipo di relazione e l’importante è sempre avere la mente lucida e le idee chiare.

Ecco le tre categorie di relazione e i tipi d’amore, e che io sappia due secoli di psicologia non sono ancora riusciti a fare di meglio:

RELAZIONI BASATE SUL PIACERE

Questo tipo di relazione non prevede profondità, progettualità, condivisione.

Sono rapporti superficiali, passeggeri, giocosi e appassionati. Le prime due caratteristiche sono i loro limiti, la terza e la quarta sono la loro bellezza.

Eros

Eros era la divinità della fertilità e simboleggia la passione, il desiderio, la spinta vitale più elementare e sincera.

Ludus

L’amore Ludus rappresenta il gioco, il flirt, la giocosità tipica dei ragazzi. Il divertimento, il gioco, l’evasione possono essere un collante in tante relazioni.

 

RELAZIONI BASATE SULL’UTILITÀ

Questo tipo di relazione si basa unicamente sull’amore per se stessi, ed è all’interno di questa categoria che si collocano le relazioni malsane e narcisistiche.
Anche quando non c’è il narcisismo perverso a intossicare queste relazioni, è presente un orientamento al successo, al potere, al denaro o alla conquista dell’altro come trofeo.

 

RELAZIONI BASATE SULLA CONDIVISIONE

Ovvero, le relazioni di valore.

Sono relazioni che si costruiscono tra persone che si stimolano a vicenda, che investono sulla crescita dei partners e della coppia, che danno importanza alla presenza e al supporto costanti.

Philia

L’amicizia vera e profonda per i Greci era a tutti gli effetti una forma di amore e io penso che dovremmo più spesso ricordarci questo concetto. Combattere le stesse battaglie, vivere assieme un momento di crisi, condividere gli stessi problemi è tra i collanti più potenti che possano esserci e, soprattutto, è in grado di restituirti un enorme tesoro di autostima, protezione, sostegno incondizionato.

Agàpe

Al giorno d’oggi la chiameremmo empatia, i Romani la chiamavano Caritas. È l’amore per il prossimo, indistintamente. E anch’esso può riempirti la vita e renderti felice.

Pragma

Ovvero, l’amore vero e maturo che sfida e vince il tempo. È composto di comprensione profonda, accettazione, voglia di dare amore più che di riceverne.

 

Quello che salta agli occhi è il nostro moderno limite: siamo sempre portati a pensare che l’unica forma di amore degna di essere cercata, coltivata e chiamata tale sia l’amore romantico e di coppia.

Ci siamo un po’ fossilizzati grazie a troppi filmetti, tanti romanzi e qualche soap opera.

Non solo, il messaggio dei Greci è ancora più profondo: non cercare solo eros, ma coltiva anche philia, e non tralasciare di praticare anche un po’ ludus.

E, il mio messaggio di terapeuta è: fai della tua vita un’opera completa, e vivi ogni esperienza con lucidità e chiarezza mentale.

E, soprattutto, non perdere tempo cercando di cambiare una persona o una relazione che sono arrivate nella tua vita come qualcosa di diverso da quello che cerchi, che desideri, o di cui hai bisogno.